Due testimonianze sincere, riportate integralmente, descrivono il nostro entusiasmo, la nostra voglia di crescere, sempre. Oggi, nel 2018, il locale veste una nuova livrea, è più luminoso ed accogliente, è arricchito dall’esperienza e dal consenso conquistato attraverso gli anni.

Non c’è la classica vista mare, ma si ha sempre voglia di tornare in questo piccolo locale cittadino dedicato alla raffinata cucina ligure di mare e di campagna, ormai attestatosi come uno dei più noti e solidi di Chiavari. Rinnovato qualche anno fa, accoglie gli ospiti in una sala raccolta
ed essenziale: gli spazi sono ristretti e c’è un piccolo dehors affacciato sulla strada da poter godere nelle belle giornate (bonus). In tavola piatti dall’estetica asciutta e curata, rivisitazioni della tradizione, grande materia prima ittica, per lo più, di arrivo quotidiano (i fuori menu sono all’ordine del giorno, insieme a una piccola carta di base). Grandi classici come il cappon magro, sempre ben eseguiti, si accompagnano a ottimi spaghetti ai frutti di mare e a pescato cotto alla ligure, o a piatti più creativi, anche di carne. Lasciate spazio per assaggiare i dolci fatti in casa, splendida chiusura del pasto. La cantina permette di accompagnare il tutto adeguatamente, con una bella scelta sulle produzioni regionali. Servizio cortese e professionale.

Gambero Rosso 2017

Situato in una stretta via del centro, è un indirizzo consolidato. Non male la scelta di vini del territorio, dal calibrato rapporto qualità/ prezzo, ideali per accompagnare una cucina di mercato, eseguita senza fronzoli, che quest’anno però ci è parsa un po’ meno interessante che in passato. L’interno è costituito da un’unica sala non troppo grande, e c’è pure un piccolo dehors che si affaccia sulla via (bonus): sulla lavagna i piatti del giorno, costituiti dal pesce reperibile sulla piazza, altrimenti una carta ristretta. II novellarne con verdure è di godibile consistenza, saporito ed equilibrato; ben eseguiti, discreti nel complesso, gli spaghetti con le acciughe. Convincente il pesce alia ligure, che può cambiare a seconda del pescato giornaliero, cucinato con patate, pinoli e uvetta. Quotidianamente c’è anche un piatto di carne per chi vuole altro. Carta dei dolci varia e articolata, con creazioni invitanti e in qualche caso estrose, dalla millefoglie scomposta al gelato al lievito di birra con salsa pomodoro, asparagi e capperi. Servizio familiare e gentile.

Gambero Rosso 2016